Differenza tra Pelle di Agnello e Pelle di Montone

Pubblicato : 24/02/2020 15:44:39
Categorie : Guida all'acquisto Rss feed

Differenze tra la Pelle di Agnello e La Pelle di Montone

La principale differenza tra la pelle di agnello e la pelle ovina sta nella'età dell'animale:

  • Le pelli di agnello provengono da animali ovini di giovane età.
  • Le pelli ovine vengono da animali ovini di età matura.

Si tratta in ambedue i casi di pelli di specie ovina provenienti da razze diversissime ma comuni ad ambedue i tipi. La differenza principale, come anticipato, è rappresentata dal fatto che le pelli di agnello provengono da animali giovani mentre le pelli di montone da animali più maturi.

Caratteristiche della Pelle di Agnello

Le pelli di agnello (in inglese lambskins) sono caratterizzate da una taglia molto piccola con range di dimensioni compreso fra 0.2 m^2 e 0.4 m^2 per ogni pelle.

  • Il fiore delle pelli di agnello conciate ha una grana molto fine, gentile, morbidissima e setosa al tatto, in particolare se le pelli sono conciate con metodi che valorizzano queste proprietà;
  • Le pelli di agnello hanno buone caratteristiche di elasticità e di resistenza alla rottura, per cui possono essere lavorate a spessori molto bassi, inferiori a 0.6 mm;
  • La rifinizione delle pelli di agnello è spesso molto scarica, ovvero poco coperta da aniline e pigmenti, addirittura i soli processi di raffinazione, quali la semplice lucidatura, sono sufficienti per un ottima presentazione del prodotto finito, del quale sono così messe in evidenza le naturali caratteristiche;
  • Queste pelli sono caratterizzate da un peso specifico molto basso (comune del resto a tutte le pelli ovine in generale) che raggiunge i tre metri quadrati per ogni kg di prodotto finito.

pelle di agnello

Come viene prodotta la pelle di agnello?

Quando si parla del processo produttivo della pelle di agnello si deve prima di tutto tenere di conto dell'utilizzo che verrà fatto di questo materiale. L'obiettivo primario è quello di usare il lato esterno del derma, ovvero il fiore della pelle. 

  • Quando le pelli vengono depilate nei processi ad umido (nella cosiddetta fase di riviera, che è preliminare al processo di concia e di successiva riconcia, ingrasso e di tintura), il risultato finale del processo produttivo sarà un pellame detto nappa.
  • Quando invece si vuole mantenere il pelo dell'animale integro, che specie per alcune razze è assai pregiato, da depilazione non viene effettuata e si ottiene un materiale con pelo che viene solitamente chiamato Shearling.

Pelli di Agnello per pellicceria: "Shearling" e "Nappalan"

Quando si parla di pellicceria, si fa riferimento a pellami di agnello che hanno conservato nella lavorazione la loro pelliccia originalePer quanto concerne la loro parte interna, il cosiddetto lato carne, può capitare che questo debba venir messo in evidenza sul prodotto finale (ad esempio un capo di abbigliamento con la pelliccia all'interno e lo scamosciato all'esterno). In questo caso abbiamo due tipi fondamentali di rifinizione che possono venir eseguite sul lato interno della pelle di agnello:

  • Si può valorizzare la parte della crosta attraverso una rifinizione con effetto cosiddetto “camoscio”, "scamosciato" o "velour", e avremo l'articolo classico chiamato "Shearling";
  • Oppure, possiamo invece rifinire questo lato del pellame di agnello con tinture e resine: in tal caso avremo l’articolo chiamato “Nappalan”.

pelle di agnello shearling

Principali usi della Pelle di Agnello

Il principale campo d'impiego per la pelle d'agnello è sicuramente l’uso in abbigliamento in pelle dove però vi sono dei limiti derivanti dalla piccola taglia di ogni pelle, i risultati che si ottengono sono in ogni caso di qualità veramente ottima. Le pelli di agnello pieno fiore sono poi particolarmente adatte per la guanteria di alta qualità e per usi specialistici più professionali e particolari

La Pelle di Agnello è vera pelle?

Come abbiamo già esposto nei precedenti paragrafi, è del tutto chiaro che le pelli di agnello sono vera pelle proveniente dagli stessi animali e sottoposti a trattamenti di conciatura che fermano la putrefazione di ogni tessuto organico animale.

Caratteristiche della Pelle di Montone

Le pelli di montone provenienti da animali ovini ormai nella loro maturità, hanno ovviamente taglie e caratteristiche molto diverse fra loro, le quali dipendono dalle loro diversissime razze sparse per tutto il mondo. In linea di massima queste pelli hanno una taglia generalmente compresa fra 0.4 e 0.8 m^2 a pelle (o da 4 a 9 piedi quadri) e presentano le seguenti caratteristiche:

  • Hanno un'età e una taglia più grande rispetto alle pelli di agnello;
  • Hanno un fiore con grana più evidente rispetto alle pelli di agnello;
  • Il fiore è in ogni caso molto più fine e meno evidente rispetto alle pelli di capra cui spesso vengono accumulate con la comune definizione di pelli ovocaprine.

pelle di montone

La diversità di razze nelle pelli ovine

Vi sono moltissime razze di ovini le cui pelli hanno caratteristiche e fiore diversissimi fra loro. Possiamo trovare pellami con un fiore finissimo di molte razze diversamente incrociate, i cosiddetti “hair sheep”, che spesso superano nell'aspetto, nel tatto (gli addetti la chiamano “mano”) e nella setosità (cioè nella piacevolezza dello scorrere simile della seta) le migliori pelli di vitellini bovini fino ad arrivare ad aspetti di granulosità (a “grane”) più pronunciate per gli animali più adatti a produrre lana. 

Alcune razze da lana presentano una rugosità profonda, la cosiddetta “cordonatura”, che è più evidente nella parte mediana e sopratutto nel dorso della pelle, ma che può estendersi alla pelle intera.

Pelli di Montone rifinite con lana

Gli ovini da lana sono spesso lavorati mantenendo la loro naturale pelliccia; dove il pelo è molto folto e preferibilmente di un bel colore bianco, se ne fa uso come soffici tappeti e scendiletto, mantenendo tutta la pelle integra e la sua forma con tutta la lunghezza del pelo. Nel campo dell’abbigliamento e della calzatura il pelo viene variamente rasato; vi sono qui due varianti principali: lo Shearling e il Nappalan: in ambedue i casi, la parte in vista è quella interna, il lato carne, che viene lavorata con cura sia per il prodotto finito da abbigliamento che da guanteria o calzatura.

Principali usi della Pelle di Montone

Anche per la pelle di montone, l’utilizzo più diffuso resta quello per l’abbigliamento dal lato fiore e con conciatura a nappa molto morbida. L’uso invece con il lato carne in mostra cosiddetta “camoscio”, “scamosciato” o “velour” è assai limitato sia con destinazione per abbigliamento che per calzatura, perché dà ottimi risultati limitatamente alle razze ovine incrociate dette appunto “Hair sheep”, le quali si presentano con un lato carne molto chiuso e compatto e con un effetto “pelo” molto ridotto, simile a quello di capra. Con ingrassi adeguati si possono qui ottenere effetti molto pregevoli e sopratutto l’effetto “scrivente”, cioè cangiante al passaggio della mano sulla superficie.

Dove acquistare pelle di agnello e pelle di montone?

All'interno del nostro sito buyleatheronline.com, potete trovare le migliori tipologie di pelli suddivise per categorie, tra queste le principali sono:

  • Pelle Nappa di Agnello, un pellame leggero (0,7 mm) e molto morbido, appositamente progettato per la produzione e la riparazione di indumenti in pelle, adatto per giacche, cappotti, gonne, guanti, pantaloni e qualsiasi altro capo in pelle, ma anche per la produzione di fodere e pelletteria.

pelle nappa di agnello

  • Pelle di Montone Anilina Premium, liscia e morbida di altissima qualità, spessore 0,8-0,9 mm, disponibile in vari colori fra cui è possibile scegliere, adatta per abbigliamento, pelletteria, scarpe, borse, rilegature, portafogli.

pelle di montone

Newsletter
Iscriviti ora per ricevere utili guide e le offerte riservate sui nostri prodotti
Lasciare vuoto questo campo
Ho letto ed accetto la privacy policy. Potrai cancellarti in ogni momento utilizzando il link presente in ogni newsletter

Condividi questo contenuto