Pelle conciata: il processo di lavorazione della pelle

Pubblicato 18/08/2016 14:52:00
Categorie Ultime Notizie Rss feed

Pelle conciata: come avviene la lavorazione

L’espressione “pelle conciata” descrive la pelle che ha subito un particolare trattamento, indispensabile per lavorare e conservare questo materiale grezzo. La lavorazione avviene in modo sensibilmente diverso in base a due fattori: le caratteristiche della pelle di partenza e la tipologia di prodotto che si vuole realizzare con la pelle conciata. In ogni caso, il processo conciario è fondamentale per assicurare la durevolezza della pelle e per conferire al materiale le caratteristiche idonee alla lavorazione.

Storia e vantaggi del processo conciario

La concia è un processo di lavorazione della pelle che viene tramandato da tempi antichissimi: le tecniche di lavorazione si sono evolute dalla preistoria al medioevo fino ai giorni nostri. Oggi le pelli conciate si caratterizzano per l’estetica ricercata e per la qualità: questo materiale, in altre parole, è perfetto per creare accessori e altri oggetti di uso quotidiano, impiegati nel mondo della moda e in molti altri settori.

Le tre fasi del processo: lavorazioni di riviera, concia e rifinizione

Nonostante il processo di concia non sia sempre uguale, è possibile individuare tre fasi principali: le lavorazioni di riviera, la concia vera e propria e la rifinizione; tra concia e rifinizione, è possibile effettuate altri lavori, come la riconcia, la tintura e l’ingrasso, ideali per conferire alla pelle particolari caratteristiche. La fase di riviera comprende tutte le prime operazioni che consentono di preparare la pelle grezza al processo di concia: questa fase comprende lavorazioni meccaniche e lavorazioni chimiche. Una volta pronta, la pelle può essere sottoposta al processore conciario: lo scopo di questa lavorazione è ottenere un reticolo stabile delle fibre di collagene presenti naturalmente nel derma. Terminata la concia della pelle, il materiale asciutto viene sottoposto ad altri trattamenti che ne proteggono la superficie e ne migliorano l’estetica.

Condividi questo contenuto